Certificati di godimento multiproprietà?

settembre 16, 2011

Il decreto legislativo n. 79/2011 ha dato una nuova definizione di contratto di multiproprietà.
Ossia si deve intendere per contratto di multiproprietà il contratto dove il consumatore acquista per una durata superiore ad un anno, a titolo oneroso, il diritto di godimento su uno o più allogggi per il pernottamento. L’operatore commerciale (venditore) che propone tale tipo di contratto è anche “obbligato” a prestare una specifica fideiussione bancaria o assicurativa nel caso in cui egli sia una società di persone oppure una società di capitali qualora:

    • Il capitale sociale sia inferiore a 5.500.000,00 euro;
    • La sede legale non sia in Italia.

      Ovviamente l’obbligo della fideiussione sussiste anche nel caso l’immobile sia in costruzione.
      Nel caso in cui il contratto di multiproprietà non faccia menzione della fideiussione il contratto è nullo.

      Inotre è importante ricordare che il predetto decreto legislativo prevede anche uno specifico formulario che contenga tutte le informazioni necessarie per permettere, al consumatore acquirente, una completa e chiara informazione relativamente ai contenuti del contratto di acquisto ed al diritto di recesso (che con questo nuovo decreto è esteso a 14 giorni)
      Senza tale formulario il diritto di recesso si estente a tre mesi.

      Posted on settembre 16, 2011 at 15:20

      Lascia un commento

      Clicca qui per acconsentire al trattamento dei dati inseriti

      Compila questa semplice operazione come controllo anti-spam. Grazie.


      − uno = 6

      No comments

      Trackbacks

      1. Certificati di godimento …. parte II | Assomulti Website